Tempo di lettura: 7 minuti
Tutte le malattie sono fenomeni cellulari.

Questa è la premessa da cui sono partiti l’ing. Stefani e il dott. Oliviero per la realizzazione della Piastra EPI.

Nei processi cellulari, infatti, si trova il segreto specifico delle patologie che ci colpiscono, ovvero in qualche modifica fondamentale della fisiologia delle cellule.

Ogni cellula deve godere di uno stato di polarizzazione ottimale per poter funzionare, e questo può verificarsi solo se è immersa in un campo elettrico efficace.

Che cos’è la Piatra EPI?

La Piastra EPI è una piastra, letteralmente!
Ma allo stesso tempo non è solo una piastra.

Cerchiamo di capirne di più.

Si tratta di un dispositivo composto da una piastra in materiale plastico triboelettrico, ovvero a tenuta di carica, contenuto in una custodia di cartoncino, al cui interno vi è un panno per la carica elettrostatica e un circuito risonante per l’attivazione della piastra stessa.

La Piastra EPI è uno strumento che amplifica il nostro livello individuale di consapevolezza e che aiuta il nostro ben-essere psico-fisico.

La Piastra EPI è un dispositivo che lavora sulle cariche elettriche della cellula, e agisce per il loro riequilibrio, rendendole positive all’interno e negative all’esterno, ben distinte, separate e orientate, cioè polarizzate.

Da dove nasce la Piastra EPI?

La Piastra EPI nasce dallo studio e dalla sperimentazione della teoria proposta dall’ing. Bartolomeo Audisio, vissuto tra il 1916 e il 1991.

Da questa teoria, che puoi ritrovare nel manuale che accompagna la piastra e in un testo pubblicato da Nuova Ipsa Editore, Le case moderne e la salute (Bartolomeo Audisio, 1989), l’ing. Stefani e il dott. Oliviero hanno definito una nuova tecnica, che ci porta a capire come sia necessario per la nostra salute ristabilire l’ordine dentro la cellula.

Sono anni che i due professionisti studiano la teoria dell’ing. Audisio. Già nel 2015 fu prodotta in quantità limitata una prima versione di quella che ora è diventata la Piastra EPI.

La versione attuale è un dispositivo aggiornato, integrato e diverso dal precedente; in pratica, un nuovo strumento.

Le teorie dell’ing. Audisio sono state studiate da altri ricercatori, nonostante fossero cadute nell’oblio per alcuni decenni.

Ti anticipiamo qualcosa per farti capire la portate della scoperta dell’ing. Audisio.

In sostanza, l’ing. Audisio scoprì che la genesi tumorale deriva da un’alterazione qualitativa delle proprietà di superficie delle cellule, ovvero da un comportamento anomalo quando le cariche sono disordinate e confuse, cioè depolarizzate.

Sapendo che il campo elettrico cui è soggetta la Terra influenza tutte le entità biologiche e apporta effetti benefici sui loro organi, l’ing. Audisio cercò di indurre un campo elettrico nei sistemi biologici, producendo fenomeni di polarizzazione delle cariche elettriche libere delle membrane cellulari, anche nei tessuti più profondi.

Per maggiori dettagli ti consigliamo la lettura del manuale “La Piastra EPI – Ben-essere e ripolarizzazione cellulare”.

Il manuale è pensato per accompagnare il dispositivo. Abbiamo comunque deciso di renderlo disponibile per la consultazione; sul nostro e-shop vi è, quindi, anche la possibilità di acquistare il solo manuale.

Il fascino di questa teoria e delle ricerche a essa relativa hanno portato altre persone, prima e dopo gli studi dell’ing. Stefani e del dott. Oliviero, a creare delle “piastre” che potremmo chiamare “piastre di Audisio”, ovvero delle lastre per la formazione di carica elettrostatica.

Ce ne sono alcune in commercio, ma né l’ing. Stefani né il dott. Oliviero le hanno testate, poiché, come dicevamo, già più di 10 anni fa avevano iniziato anch’essi a testare la versione “base” della piastra di Audisio, per capire come migliorarla e come renderla sempre più efficace per un riequilibrio sostanziale e duraturo.

Ecco, quindi, che la Piastra EPI si configura come un nuovo strumento poiché all’interno della custodia che ne permette la polarizzazione vi è un dispositivo di ricarica completo di un circuito risonante, tramite un cristallo di quarzo trattato, che permette il mantenimento della vibrazione energetica (Terra-Cosmo).

Come puoi immaginare, è tutto spiegato all’interno del manuale!

Come viene costruita la Piastra EPI?

Abbiamo visto che la Piastra EPI è un dispositivo composto da una piastra in materiale plastico, contenuto in una custodia di cartoncino, al cui interno vi è un panno per la carica elettrostatica e un circuito risonante, tramite un cristallo di quarzo ialino, fondamentale per l’attivazione della Piastra stessa.

Ogni Piastra viene realizzata a mano, con la massima attenzione, ma potrai ben immaginare che il cartoncino è un materiale molto delicato.

Perché, quindi, si è scelto di utilizzare proprio una custodia in cartoncino?

Un supporto in plastica sarebbe stato di sicuro più resistente, non trovi?

Siamo tutti d’accordo su questo punto, e l’ing. Stefani e il dott. Oliviero hanno condotto numerosi test per giungere alla miglior soluzione.

La custodia in plastica presentava un problema: non permetteva di raggiungere appieno i risultati di polarizzazione sperati. Il rischio, infatti, evidenziato nell’uso della plastica è legato alla compromissione della polarità della piastra stessa.

Come avrai intuito, il concetto su cui si basa il dispositivo è legato proprio alla polarizzazione.

La carta è un materiale isolante e si è dimostrata la soluzione in grado di garantire al meglio le funzionalità dello strumento.

La carta ci permette, inoltre, di mantenere un buon rapporto qualità-prezzo.

Come sai se ci segui da un po’ e già conosci Epicard e gli altri strumenti, il costo dei dispositivi è teso a coprire le spese di produzione e gestione del progetto, ma non ha scopo di lucro, trattandosi di una precisa volontà di condivisione di Ben-Essere e Consapevolezza.

La Piastra EPI risulta delicata, occorre averne cura nel suo utilizzo e nelle modalità di conservazione.

Ti confidiamo che sono allo studio ulteriori tipi di supporto per la Piastra EPI, ma oltre ai test e alle analisi necessarie, la discriminante maggiore è costituita dal costo del materiale, che gli autori vogliono mantenere il più possibile accessibile.

Che dire, quindi? Ricorda di utilizzare la piastra con le mani pulite, non avvicinarla a fonti di calore, non utilizzare colle e adesivi in prossimità del dispositivo, e procedi pure con la tua ripolarizzazione!

Come può aiutarmi la Piastra EPI?

Prima di capire come la Piastra EPI può aiutare il nostro ben-essere psicofisico, è importante fare una premessa.

La Piastra EPI, come anche Epicard e tutti gli altri strumenti, NON sono nati per curare e risolvere patologie.

La Piastra EPI non può guarire alcuna malattia.

Lo sai bene se ci segui da un po’ e se hai letto qualche nostra Info Utile: il processo di guarigione appartiene soltanto alla persona, attraverso l’armonizzazione sincronica dei quattro livelli che la compongono, ovvero Spirito, Anima, mente e corpo.

Uno dei desideri fondamentali dell’essere umano ammalato è quello di guarire, ma è sbagliato!

Quando stiamo male, il primo scopo deve essere capire e chiederci perché ci siamo ammalati, quindi guarire e mettere in atto il processo di autoguarigione!
Se non riflettiamo su questo punto faremo solo il gioco delle case farmaceutiche e non attiveremo mai la nostra consapevolezza.

La Piastra EPI è un aiuto, un amplificatore del nostro livello individuale di consapevolezza.

Risulta, quindi, chiaro che la Piastra EPI NON è un apparecchio medicale.

La Piastra EPI agisce sulla ripolarizzazione cellulare, e questo fenomeno, come ti sarà chiaro dalla lettura del manuale, ha effetti benefici su numerose problematiche.

In quali casi può essere d’aiuto un trattamento con la Piastra EPI?

– dolori fisici
– infiammazioni acute e croniche
– tensioni muscolari
– patologie croniche e degenerative delle cellule.

Con la Piastra EPI possiamo trattare noi stessi e gli altri.

A differenza di Epicard, pensata per un uso perlopiù personale, la Piastra EPI può essere utilizzata su di noi e su altre persone, indistintamente.

Guarda il video

In questo video ti forniamo una spiegazione base sulla Piastra EPI e su come utilizzarla al meglio per il tuo benessere.

Dove trovo la Piastra EPI?

La Piastra EPI è disponibile per l’acquisto presso il nostro e-shop.

Riceverai il dispositivo con il manuale La Piastra Epi – Ben-Essere e Ripolarizzazione Cellulare con gli Elettroni Polarizzanti Informati, che può essere acquistato anche separatamente.

Siamo a disposizione per rispondere alle tue domande, non esitare a contattarci a info@biofotoni.com.