LA PIASTRA EPI

Contenuti esclusivi riservati
a chi utilizza il dispositivo

LA PIASTRA EPI

Contenuti esclusivi riservati
a chi utilizza il dispositivo

Epicard: le 9 C del ben-essere. Come attivare la Volontà Cosciente, l'energia vitale, la gioia, l'equilibrio psico-fisico e la pulizia interiore. Autori: Maurizio Stefani e Francesco Oliviero

I test sul sistema della Piastra EPI

Qui trovi alcuni video di verifica sul funzionamento della Piastra EPI, a integrazione di quanto esposto nel manuale “La Piastra EPI – Ben-essere e ripolarizzazione cellulare con gli Elettroni Polarizzanti Informati”.

Come funziona la Piastra EPI

La Piastra EPI: misurazione del potenziale

La Piastra EPI: test informazioni

La Piastra EPI: test potenziale su cute

Alcune immagini

Ulteriori funzioni della Piastra EPI

Nel manuale “La Piastra EPI – Ben-essere e ripolarizzazione cellulare con gli Elettroni Polarizzanti Informati” non abbiamo volutamente inserito le spiegazioni e le istruzioni relative ad alcune funzioni particolari del dispositivo, sviluppate in contemporanea al progetto, e riservate a coloro che desiderano utilizzare in maniera completa lo strumento o che partecipano ai seminari del dott. Oliviero.

1. La Piastra EPI come trasmettitore degli intenti

La prima funzione “nascosta” della Piastra EPI riguarda la possibilità di utilizzare il dispositivo come un trasmettitore a distanza dei nostri intenti.

Come è possibile?

Accade che gli impulsi emessi con Volontà Cosciente tramite il chakra posto nel palmo della nostra mano (clicca qui per maggiori informazioni), vengono raccolti e amplificati dall’onda emessa dal cristallo contenuto nel dispositivo, eccitato con il movimento di attivazione della Piastra EPI stessa.

Il cristallo di quarzo è in risonanza con gli innumerevoli cristalli fluidi che compongono il nostro corpo e con l’energia “esaedrica” che ci pervade.
Per approfondire clicca qui.

Per questo motivo, quando stimoliamo il cristallo di quarzo ialino con determinate intenzioni costruttive andiamo a “perturbare” l’etere e, istantaneamente, la persona a cui rivolgiamo attenzione entrerà in una risonanza eterica che influirà sul corpo eterico e, per caduta, su quello fisico.

Ricorda che a fungere da “trasmettitore” per l’aiuto al nostro prossimo sarà il nostro corpo come struttura fisica, e il nostro corpo eterico come supporto sottile, collegato a tutti gli altri corpi per mezzo del campo energetico che ci mantiene in vita.

Come puoi notare dalle foto qui sopra, occorre fare attenzione all’impugnatura utilizzata quando si decide di usare la Piastra EPI per un invio a distanza.

Come procedere?

Rivolgi il simbolo posto sulla Piastra EPI verso di te e osservalo mentre azioni la Piastra con i colpetti di stimolo.

Nel frattempo, tieni il polpastrello del dito medio a contatto con il “tasto” a margherita posto sul retro della piastra e il pollice della stessa mano posizionato sopra, sulla parte opposta del sistema.

Questo posizionamento è fondamentale perché il dito medio è associato allo spazio, all’espansione e all’apertura, mentre il pollice è associato all’energia del Sole (Cristica) e del Fuoco (anche quello sacro).

Con l’utilizzo dei polpastrelli di tali dita andiamo contemporaneamente a modulare l’onda del cristallo, riceverla nel polpastrello del dito medio e trasmetterla nello spazio, come avviene per le trasmissioni radiofoniche.

Ricorda! Quando si va a trasmettere una intenzione o un qualsivoglia rimedio, è fondamentale avvisare sempre la persona a cui è rivolto il messaggio, ed è necessario ricevere il suo consenso.

2. La Piastra EPI come stimolatore dei nostri chakra

La seconda funzione “nascosta” della Piastra EPI riguarda la possibilità di poter utilizzare il dispositivo come uno stimolatore dei nostri chakra, al fine di ricevere determinati benefici.

Come procedere?

2.1 In caso di scarsa concentrazione e mancanza di creatività

Se fatichi a mantenere la concentrazione e percepisci una mancanza di creatività nelle tue attività quotidiane, la Piastra EPI può essere un aiuto per sbloccare queste situazioni.

Come procedere?

Rivolgi il simbolo posto sulla Piastra EPI verso di te e osservalo mentre azioni la Piastra con i colpetti di stimolo.

Nel frattempo, tieni il polpastrello del dito indice a contatto con il “tasto” a margherita posto sul retro della piastra e il pollice della stessa mano posizionato sopra, sulla parte opposta del sistema.

Saranno sufficienti sette colpetti di stimolo, possibilmente ritmati con cadenza costanze per ricevere sette impulsi nel primo chakra.

Rimani a occhi chiusi durante l’azione e percepisci il rapido aumento della tua concentrazione e della tua capacità creativa.

2.2 In caso di mancanza di forze, soprattutto a livello muscolare

Se ti senti particolarmente “scarico” e hai bisogno di recuperare in fretta le forze, soprattutto a livello muscolare, puoi utilizzare la Piastra EPI per ritrovare le energie.

Come procedere?

Rivolgi il simbolo posto sulla Piastra EPI verso di te e osservalo.

Poni il polpastrello del dito anulare a contatto con il “tasto” a margherita posto sul retro della piastra e il pollice della stessa mano posizionato sopra, sulla parte opposta del sistema.

In questo caso, sono necessari cinque colpetti cadenzati, una pausa di circa tre minuti, e altri sette colpetti di stimolo.

Riceverai un beneficio immediato tramite il secondo chakra e noterai anche un aumento del tuo ottimismo.

2.3 Per rafforzare il sistema immunitario e il nostro livello energetico

Quando hai la necessità di rinforzare il tuo sistema immunitario, oppure devi partecipare a incontri o convegni molto affollati e di cui non conosci il livello energetico a cui può trovarsi l’ambiente, puoi utilizzare la Piastra EPI come uno stimolatore immunitario e rinforzante per la tua vista fisica e per la vista sottile.

Come procedere?

Rivolgi il simbolo posto sulla Piastra EPI verso di te e osservalo.

Poni i polpastrelli delle dita anulare e mignolo a contatto con il “tasto” a margherita posto sul retro della piastra (ovvero ai lati della margherita).
Poni il pollice della stessa mano posizionato sulla parte opposta del sistema.

Aziona il dispositivo con dodici colpetti ben cadenzati e ritmati.

Puoi ripetere questo trattamento più volte nell’arco di una giornata, soprattutto se sei reduce da una qualche forma virale che ti ha indebolito.

Questo trattamento è un potente stimolatore del primo chakra.

3. La Piastra EPI per eliminare le tossine in eccesso

La Piastra EPI ci aiuta a favorire l’eliminazione delle tossine accumulate nel corpo e nel sangue.

Se utilizzi la Piastra a questo scopo, bevi almeno due bicchieri di acqua prima di iniziare il trattamento.

Come procedere?

Rivolgi il simbolo posto sulla Piastra EPI verso di te e osservalo.

Poni i polpastrelli delle dita indice e medio a contatto con il “tasto” a margherita posto sul retro della piastra (ovvero ai lati della margherita).
Poni il pollice della stessa mano posizionato sulla parte opposta del sistema.

Aziona il cristallo con nove colpetti a ritmo cadenzato che ripeterai a intervalli di tre ore, fino a quando non noterai l’effetto drenante e chelante, con il cambiamento di colore delle tue urine.

Le funzioni “nascoste” ricevono un’ulteriore amplificazione d’effetto se hai con te Epicard mentre azioni la Piastra EPI.

Tuttavia, anche senza avere con te Epicard, noterai degli effetti a seguito delle attivazioni proposte.

Gli impulsi che giungono tramite il tasto a forma di margherita agiscono immediatamente sul nostro sistema nervoso (corpo astrale/animico) e per caduta anche sul corpo eterico e, quindi, sul corpo fisico.

La nostra mente registrerà questi “segnali” e, a mano a mano che ne faremo uso, ci abitueremo a usarli solo quando ne avremo bisogno, al pari di bere un bicchiere d’acqua quando abbiamo sete.

Un aiuto per il nostro benessere psico-fisico: riequilibra la carica elettrica delle tue cellule.

Disclaimer

Tutto ciò che trovi in questo sito ha uno scopo divulgativo e non può in alcun modo sostituirsi a diagnosi e/o consigli da parte di un professionista sanitario: gli strumenti e i dispositivi in vendita NON sono apparecchi medicali!

I prodotti creati dal dr. Oliviero e dall’ing. Stefani sono espressione di concetti filosofici provenienti dalle tradizioni orientali e occidentali elaborati e caratterizzati da un personale approccio, più razionale e occidentale.

Tali concetti filosofici si rifanno alla credenza che l’essere umano è anche costituito di un corpo energetico o sottile. L’energia sottile, il corpo energetico o sottile, non sono riconosciuti dalla Scienza ufficiale in quanto mai dimostrati con strumenti ortodossi ufficiali. I prodotti qui presentati non sono riconosciuti dalla Scienza ufficiale in quanto non dimostrati scientificamente.

Nessuna informazione divulgata e contenuta in questo sito deve essere intesa come una dichiarazione che i prodotti qui presentati sono intesi per essere utilizzati nella diagnosi, nella cura, nella diminuzione della malattia e/o del dolore, nel trattamento o nella prevenzione della malattia o di qualunque altra condizione medica.

Gli inventori e i distributori non si assumono alcuna responsabilità per un uso dei prodotti al di fuori di quanto specificato nei manuali e sul sito www.biofotoni.com.
Deve essere pertanto chiaro che i prodotti creati dal dr. Oliviero e dall’ing. Stefani non vanno in alcun modo intesi per trattare, curare o attenuare alcuna condizione medica di qualunque genere, ma unicamente come approcci e metodi filosofici aventi lo scopo di aumentare il proprio benessere.